free html5 templates

ALLUCE VALGO

PREVENZIONE, TERAPIE E CURA

Mobirise

Che cos'è l'alluce valgo?

   L'alluce valgo è una delle più diffuse patologie osteo-articolari a carico dei piedi.
   Questa deformazione progressiva è data da una sub-lussazione laterale della falange prossimale dell' alluce sulla testa del primo metatarso. Il ventaglio metatarsale tra primo e secondo raggio si allarga, allontanando i due metatarsi.
   La patologia può presentarsi come un piccolo fastidio o come un problema così invalidante da dover ricorrere alla chirurgia.

Mobirise

    La deformazione osteo-articolare implica un disallineamento delle falangi dell'alluce che, col passare del tempo, ruotera' internamente.

    Il disallineamento di primo raggio e alluce provocano un progressivo squilibrio dell'appoggio plantare, in particolare durante il cammino, causando un'infiammazione della articolazione metatarso-falangea, una delle articolazioni di primaria importanza nella fase di spinta durante il passo.

    In una condizione di normalità, il primo metatarso e l'alluce sostengono la maggior parte del peso corporeo, in particolare durante il cammino nella fase di spinta o di decelerazione.

    Uno spostamento del primo metatarso, in senso interno, e dell' alluce, in senso esterno, provocano un grave e progressivo squilibrio biomeccanico.

    Lo spostamento dei carichi plantari comporta uno sconvolgimento della dinamica del cammino con conseguenti ripercussioni su tutta la catena cinetica. Tali squilibri possono infatti ripercuotersi su ginocchia, anche e schiena.

    L'insufficienza e l'inefficacia del primo metatarso e dell' alluce vengono compensate, con elevato stress, dal secondo metatarso distale e dalle altre dita. In alcuni casi lo spostamento dell'alluce risulta cosi pronunciato da coinvolgere anche il secondo e terzo dito, aggravando ulteriormente la situazione.

    La testa del primo metatarso, allontanandosi dalle altre dita, andrà a sfregare contro la scarpa provocando callosità, infiammazione e dolore.

    Tali deformità implicano gravi e progressivi squilibri biomeccanici e una compromissione delle strutture anatomiche del piede.

    All' alluce valgo sono comunemente associate callosità dolorose, borsiti, deformità delle dita oltre che ripercussioni a carico di schiena, anche e ginocchia

Sintomi

Alcuni sintomi indicativi di un possibile inizio di alluce valgo

  • BORSITE  - infiammazione della borsa articolare tra testa del primo metatarso e falange prossimale dell' alluce. la zona interessata si presenta arrossata e dolorante. 
  • DOLORE - in particolare durante la fase di spinta nel cammino
  • DEFORMAZIONE DELLE DITA - Le altre dita inizieranno ad incurvarsi, c.d. "dita a martello". Spesso è riscontrabile una callosità sul dorso del secondo dito a livello della prima articolazione interfalangea.
  • CALLOSITA' DIFFUSE SUL PIEDE - Si noteranno delle callosità diffuse, in particolare su quelle zone in cui si è trasferito l'ipercarico (testa del secondo metatarso e alluce mediale).
  • DIFFICOLTA DI DEAMBULAZIONE - si noteranno difficoltà e dolore durante il cammino.
  • DOLORE ALLE GINOCCHIA - Le ginocchia sono tra le prime strutture a risentire dello squilibrio biomeccanico causato dal valgismo dell'alluce.
Mobirise

Cause primarie e secondarie

Quali sono le cause dell'alluce valgo?

  1. CAUSE CONGENITE  (c.d. "primarie") - L'ereditairetà è una delle cause principali dell' alluce valgo, è infatti possibile notare nello stesso gruppo familiare più persone che lo presentano. Il motivo in genere è una lassità legamentosa che non consente alle strutture muscolari-legamentose del piede di sostenere lo stress a carico dell'alluce e del primo metatarso.
  2. ACQUISITE (c.d. "secondarie") - tutte quelle condizioni che influenzano l'insorgere della patologia: piede piatto, infiammazione dell' articolazione prima metatarso-falangea, l'uso di calzature non idonee come scarpe col tacco alto e strette, traumi alle osse del piede, malattie neuromuscolari ecc.

Diagnosi

esame obbiettivo del piede

    La diagnosi viene effettuata mediante esame obbiettivo del piede, durante il quale viene valutato il grado della patologia e della riduzione funzionale.

    Per una valutazione più approfondita del danno articolare è possibile avvalersi di una radiografia del piede in ortostatismo (col peso caricato).

    Mediante l'esame baropodometrico su pedana elettronica è possibile valutare con estrema precisione gli squilibri e i problemi legati all' appoggio plantare. Sia durante la postura statica che durante il cammino, la disfunzionalità dell' alluce provocherà una serie di ripercussioni a catena su tutta la dinamica del cammino, provocando disagi, instabilità e dolore.

    Per tutti i problemi legati ad uno scorretto appoggio del piede il rimedio non chirurgico di eccellenza è l'ortesi plantare, mediante la quale è possibile correggere l'appoggio podalico e aumentare la funzionalità del piede, sia nella fase di appoggio che in quella di spinta.

Mobirise

Prevenzione, terapie e cura.

Trattamento conservativo e trattamento chirurgico

L'alluce valgo è una patologia degenerativa e, se non trattata, tende a peggiorere col passare del tempo. A seconda dello livello di alterazione sarà opportuno scegliere il trattamento più idoneo.

La terapie si distinguono in:

  1. CONSERVATIVE (incruente)-  I trattamenti conservativi vengono attuati quando la degenerazione si trova ai primi stadi. In questa situazione è possibile intervenire mediante ortesi in silicone, plantari e ginnastica riabilitativa. Riducendo lo stress e l'infiammazione la patologia rallenterà la sua progressione fino, in alcuni casi, ad arrestarsi.
  2. CHIRURGICHE (cruente) - Quando la degenerazione è elevata e la funzionalità del piede altamente compromessa l'unico rimedio efficace è rappresentato dalla chirurgia. Esistono varie tecnche di riduzione della deformita volte ad un recupero funzionale ed estetico.

ATTENZIONE!  

Spesso in rete vengono proposti "fantasiosi" e discutibili strumenti "ortopedici" che prometto di curare l'alluce valgo in poche settimane o mesi

Precisiamo che l'alluce valgo non è curabile se non ricorrendo alla chirurgia, la quale, non garantisce sempre un ripristino totale ad una situazione fisiologica, soprattutto nei casi più inveterati.

La prevenzione e l'arresto quasi totale della patologia sono possibili tramite la consulenza e l'assistenza di un podologo che, a seguito di una approfondita e dettagliata visita specialistica, strutturerà una terapia personalizzata e studiata sul paziente, considerando ogni aspetto della sua attività motoria.

Nel caso fosse tardi per la prevezione e non sia possibile intervenire efficaciemente con terapie incruente è necessario rivolgersi al chirurgo ortopedico per un intervento.

CONTATTACI 

Scrivici per informazioni o prenotare la tua visita

Address

Via Frassinago n. 14 , 40123                 
Bologna


Contacts

Email: podologia.bo@gmail.com                    
Phone:   3297374247
                 

Links

facebook